Ma come funziona il kayfun....?

Valutazione attuale:  / 23
ScarsoOttimo 

........Molto bene e questa ritengo sia una risposta più che esaustiva Sorridente

Scherzi a parte vorrei in questo articolo, dare delle indicazioni per tutti coloro che utilizzano i nostri atomizzatori rigenerabili.

E' necessario infatti, secondo noi, conoscere in maniera tecnica il funzionamento dei nostri atomizzatori, perchè, facendo proprie determinate nozioni, si avrà la capacità , nel momento in cui qualcosa non funzioni come dovrebbe , di capire il problema e quindi risolverlo.

 

Faremo prima un analisi dettagliata dei vari pezzi e del loro funzionamento, ma per non fare un copia e incolla di quelle che sono le istruzioni "ufficiali" cercherò di parlare in maniera da risultare comprensibile a tutti.

In seguito cercherò di spiegare le fasi della "carburazione" dove aria ed il liquido danno vita alle enormi nuvole di vapore Sorridente

Ed infine vedremo di capire cosa succede quando il kayfun perde liquido, quando si fanno dei tiri a secco oppure quando gorgoglia.


Vi prego anche di lasciare i vostri commenti e le vostre domande, riponderemo con piacere.

 

Come già detto, prima di tutto bisogna conoscere i pezzi che compongono l'atomizzatore e questo è valido per qualunque atomizzatore, bisogna capire in che modo la resistenza, che farà evaporare il liquido, viene irrorata.Per capire come questo processo avviene dobbiamo conoscere i pezzi che compongono l'atomizzatore e come sono assemblati tra di loro.

In questo esempio prenderemo in esame il kayfun 3.1, ma esamineremo i vari casi con tutti e tre i tipi in vendita nello shop.

 

 

 

Prendendo in esame questa immagine abbiamo 

1) Collactor tank: questa è la base che si avvita sul vostro big battery, comprende l'attacco 510 la vite centrale che funge da polo positivo e un isolatore (parte di ricambio acquistabile) che evita che la vite tocchi la parete adiacente creando un cortocircuito.

 

Questa parte non viene utilizzata nel caso in cui si monti il kayfun 3.1 sul semovar con il cup fornito con attacco proprietario da modo, oltre che migliora l'estetica, di accorciare  di qualche millimetro l'atomizzatore.

 

2)Base: questo è il cuore del kayfun dove troviamo oltre le viti per il serraggio dei poli positivo e negtivo, tre fori che andiamo ad analizzare.

Parte interna del kayfun

 

Non vi spaventate è più semplice di quello che sembra.

2a è il corpo della base

2b è la vite per il controllo dll'aria ed è presente nel kayfun 3.1 ES e nel kayfun mini, mentre nel kayfun lite non è possibile regolare la durezza del tiro, se non ricorrendo a metodi "artigianali"

2c foro dell'aria 

2d oring per evitare perdite e conservare la tenuta stagna, che come vedremo è alla base del funzionamento del kayfun.

2j Questo è un punto molto importante del kayfun perchè in questo punto il liquido entra nella camera di combustione

2i Questi sono i fori per un eventuale fissaggio alternativo della resistenza, non sono molto usati, anche perchè la loro distanza dalla wick, farebbe diventare necessario l'utilizzo del filo non resistivo per non avere porzioni di filo resistivo scoperto che andrebbero a provocare hot spot e conseguenti saporacci.

2l questa è la valvola per ricarica del liquido . Questa valvola è innovativa e utile.Il funzionamento è molto semplice si tratta di una sfera di acciaio dietro la parete esterna, che spinta da una molla tappa il buco.Con la pressione dl liquido proveniente dalle apposite boccette, NECESSARIAMENTE IN PLASTICA, sono infatti sconsigliate le classiche boccette con ago in metallo, la sfera viene spinta in dentro permettendo l'ingresso del liquido ma non la fuoriuscita grazie alla molla che spinge la stessa chiudendo ermeticamente il foro.

Nel caso di rotture della valvola il pezzo può essere sostituito, basta farne richiesta, non prima però di aver effettuato tutte le prove e gli interventi del caso che spieghiamo in questo articolo nel dettaglio.

 

2m è il foro interno dove entra il liquido durante la ricarica dalla valvola.

2k è l'isolatore che appunto, isola il polo positivo dal corpo dell'atomizzatore.Tramite un raccordo il polo positivo rimane isolato per tutto il corpo del kayfun e finisce poi nella vite che abbiamo visto prima che va a fare contatto col polo positivo del BB.

Questo isolatore è molto importante , per smontarlo occorre svitare il perno centrale , per intenderci il 2h della parte destra della seconda foto.Smontata la base con la vite come nella prima foto se giriamo il pezzo vedremo un grosso perno con uno "spacco" fatto apposta per usare un cacciavite e svitarlo.Il 2H a destra apputo.

Nel rimontaggio bisogna prestare attenzio a tenere dritta la base che ospita la piccola vite del fissaggio del polo positivo, quella sopra l'isolatore.

Con Big Battery elettronici o per il kayfun mini, con una batteria ego, ma comunque con tutte le batterie provviste di elettronica non sussistono problemi, mentre se usiamo BB meccanici in caso di un montaggio errato della resistenza e quindi di un corto circuito, questo isolatore si squaglia letteralmente, ed è necessario sostituirlo.

2g al centro abbiamo le due piccole viti per il fissagio dei due estremi della resistenza.

 Tornando indietro alla prima foto,abbiamo la parte numero:

3) che in realtà sono due.la base cilindrica e la punta, questi due pezzi sono avvitati sul cuore del kayfun e la punta arriva proprio sotto il tip.Questo già ci da l'indizio che noi con le nostre labbra e polmoni andremo a succhiare l'aria da quel tubicino e quindi direttamente dal "cuore".

La parte numero:

4) è il serbatoio formato da tre pezzi e viene fornito di default tutto in acciaio con di serie una parte centrale trasparente o in maniera opzionale si può avere un unico serbatoio completamente trasparente.

5)E' il top cup o in parole povere il tappo superiore che andrà a sua volta ad ospitare la parte numero 6 ovvero il tip vero e proprio che potrà essere quello proprietario quindi con attacco 701 oppure un normalissimo 510 utilizzabile grazie ad un adattatore fornito col set di base.

 

 

MA PASSIAMO ALLA "CARBURAZIONE"

 

Sarà sicuramente un pò difficile spiegarlo a parole e penso che non possa essere meglio spiegato come nelle isruzioni, cito testualmente:

Il liquido si trova nel tank, nello spazio tra le pareti del tank e dell’atomizzatore. Sono previsti appositi condotti (2j) per il flusso in entrata del liquido nell’atomizzatore.
I suddetti condotti, quando la camera di vaporizzazione è attaccata, diventano canali di alimentazione del liquido.
Il tank ha una chiusura ermetica, il liquido non si riversa per gravità nell’atomizzatore attraverso i canali a causa dellabassa pressione della “bolla” d’aria all’interno del tank.
Con lo stesso principio funzionano i beverini per gli uccelli: il liquido non fuoriesce dalla bottiglia piena d’acqua se questaviene rovesciata con la bocca nella ciotola dell’acqua. L’acqua inizia a fuoriuscire dalla bottiglia solamente quando il livellodel liquido nella ciotola si abbasserà al di sotto del livello della bocca della bottiglia. A quel punto una certa quantità di acqua fuoriesce, riempie la ciotola fino alla bocca della bottiglia bloccando nuovamente la fuoriuscita dell’acqua.

Un altro esempio: prendete una cannuccia, mettetela in acqua per metà in posizione verticale, chiudete con un dito ilforo superiore della cannuccia e tiratela fuori dall’acqua. La bolla d’aria nella parte alta della cannuccia tratterrà il liquidoma, non appena il dito verrà tolto, la bolla perderà la tenuta stagna e l’acqua fuoriuscirà. La stessa cosa avviene nel
Kayfun.Durante l’aspirazione da parte del fumatore, all’interno della camera di vaporizzazione si viene a creare una bassapressione che “risucchia” parte del liquido attraverso i condotti (1i) nella camera di vaporizzazione. Il liquido vieneassorbito dalla wick che si trova proprio al di sopra dei condotti. Anche nella bolla d’aria del tank si viene a creare unabassa pressione in quanto il liquido è fuoriuscito ma non è stato rimpiazzato dall’aria.
Alla fine dell’aspirazione la pressione all’interno della camera di vaporizzazione si ristabilisce e, a questo punto, lapressione bassa della bolla d’aria nel tank “risucchia” l’aria in direzione contraria, cioè dalla camera di vaporizzazione al
tank.
In questo modo, durante l’aspirazione, il liquido raggiunge, attraverso i condotti (1i) dal tank, la camera divaporizzazione, mentre dopo l’aspirazione dalla camera di vaporizzazione l’aria raggiunge il tank. Questo processo si puòosservare attraverso le bolle che risalgono i condotti verso il tank.
Il liquido che ha raggiunto la camera di vaporizzazione durante l’aspirazione viene assorbito dalla wick, che impregna ilfilo che lo avvolge e il filo, riscaldandosi, “nebulizza” il liquido.
Durante la successiva aspirazione il ciclo si ripete fino a che non finisce il liquido nel tank o non si scarica la batteria.

 

Da tutto questo possiamo capire delle cose molto importanti e vorrei trarre le giuste conclusione vedendo in pratica cosa succede quando questo delicato equilibrio viene in qualche modo rotto.

 

Cosa succede se la valvola non funziona, ovvero se per qualche motivo non si chiude del tutto?

A volte se si usa sempre la carica dalla valvola e non si applica la giusta manutenzione può succedere che questa non si rialloggi in maniera precisa nella sua sede. La conseguenza del fatto che il kayfun non viene chiuso ermeticamente, non è come si potrebbe pensare, la fuoriuscita del liquido dalla stessa valvola, ma la fuorisciuta del liquido dal foro dell'aria. Perche?

Torniamo un attimo sulla seconda foto:

interno kayfun

Come abbiamo visto prima, il liquido sale nei condotti 2j e va a bagnare la wick solo nel momento in cui si crea la depressione nel tank, ovvero quando con la nostra aspirazione lo tiriamo all'interno della camera di combustione.

Ne caso in cui la valvola non  chiuda ermeticamente, l'aria che entra dalla stessa fa si che il liquido non abbia nessun impedimento nel risalire dai canali , andando così ad allagare la camera di combustione ed entrando nel buco che si trova tra le due viti per i poli ovvero il punto "foro" che ho aggiunto. Da quel buco arriva l'aria regolata dalla vite esterna e proprio perchè c'è questa connessione, come entra aria da li può uscire del liquido.

Spesso erroneamente si pensa che per evitare che entri troppo liquido nella camera di combustione, i due canali debba essere tappati con la wick: Niente di più sbagliato.

I due canali, come vedremo nel'approfondimento sulle resistenze, devono NECESSARIAMENTE rimanere completamenti liberi, perchè, come abbiamo visto il liquido li non entra se non viene creata la depressione con la nostra aspirazione.

 

Cosa succede quando il kayfun va a secco quindi quando sembra non arrivare liquido alla resistenza.

 


Le cause dei tiri a secco principalmente sono due.

La prima e più diffusa è il posizionamento e la quantità della wick nella camera di combustione, se infatti gli anelli della resistenza a 8 della quale potete vedere la realizzazione in questo tutorial, sono troppo vicini ai canali di entrata del liquido, questo è causa della scarsa alimentazione, anche la troppa wick può esserne la causa in quanto se è tanta, con tutta probabiltà tapperà gli ormai famosi fori.

Un altra causa può essere il filo resistivo troppo stretto attorno alla wick, io consiglio sempre, soprattutto se non si ha una sensibilità sviluppata (che viene solo con la pratica nessuno ce l'ha innata), di frapporre tra il filo e lawick al momento del'avvolgimento del filo, di un cacciavite molto fino o un ago; in questo modo la wick non verrà "strozzata" dal filo anche se lo si tira molto e l'alimentaione sarà perfetta.

Consideriamo anche il fatto che molti tipi di wick quando le si bagna si espandono , quindi una resistenza già abbastanza stretta a wick asciutta, risulterà troppo stretta a wick bagnata.

Anche un tiro eccessivamente arioso unito a un liquido molto denso (questo capita a chi utilizza come me, liquidi full vg) posso essere causa di tiri a secco, ma devono essere situazioni molto estreme e particolari e vi assicuro , dato che io lo utilizzo così, che il kayfun si alimenta perfettamente anche con l'aria tutta aperta e appunto un liquido 80% glicerina e 20% acqua, tutto sta nel realizzare un buon setup ed i tutorial dei successivi articoli vi spiegeranno nel miglior dei modi come realizzarli.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Commenti  

#2 fedesvapoLeo 2014-02-18 11:30
Compralo originale e vedrai che non succede ;)
#1 dottorefedesvapo 2014-01-27 21:15
mi si allaga il kayfun, cioè clone, praticamente dopo un po' che svapo, mi esce il liquido dal foro dell'aria...rimango la, con uno scottex a pulire liquido e quindi a lavarmi le mani.....

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere in anteprima tutte le novita Svoëmesto